Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
24 agosto 2020 1 24 /08 /agosto /2020 10:32

 

https://www.chenews.it/2020/08/24/lutto-per-andrea-bocelli-la-moglie-veronica-sono-morta-anchio/

 

 

 

 

Cosetta Prontu, presidente di una delle associazioni di volontariato più attive di Olbia e di tutta la Sardegna, ha trascorso i giorni drammatici della famiglia Bocelli, scambiando messaggi con la moglie di Andrea, Veronica. “Ho il cuore spezzato e so che capisci, sono morta anche io” – le parole spedite da Veronica a Cosetta.

Una fatalità, dice la presidente della Lida di Olbia. Il web si è diviso dopo l’annuncio della morte della cagnolina. Chi difende e mostra la sua vicinanza ad Andrea Bocelli, chi, invece, si chiede come sia possibile che una cagnolina tanto amata e coccolata possa essere caduta da una barca senza che nessuno se ne accorgesse se non mezz’ora dopo.

“Ho parlato tante volte con Veronica – racconta Cosetta – già dalla mattina presto, hanno fatto di tutto per cercarla: drone, barche, capitaneria di porto, ho vissuto con loro questo dolore, l’ho sentita piangere”.

Molte persone, soprattutto amanti degli animali, si chiedono se la tragedia si poteva evitare, con un po' più di attenzione. “La loro barca non sarà certo stata un gommone – risponde Cosetta Prontu – , la loro barca è di quelle in cui il cane ha libertà di muoversi, il cane era abituato a stare con loro, lo portavano ovunque.

Metti che erano sdraiati al sole, metti che erano intenti a parlare, il cane andava e veniva da loro, un salto fatto male e la piccola può essere caduta in mare. Parole che sembrano un’aggravante più che un’attenuante, ma la presidente Lida aggiunge: “come si può condannare questa fatalità. Siamo tutti bravi a giudicare gli altri, a vedere gli errori altrui.

“Sono vicina alla famiglia Bocelli – aggiunge – capisco il loro enorme dolore, l’ho vissuto con loro, ho parlato con la moglie, ho sentito le sue lacrime e la sua disperazione strazianti, mi hanno colpito il cuore, anche stanotte non ho dormito pensando a loro”.

“Non bisogna giudicare e dire ‘a me non accadrebbe’ – continua il suo sfogo Cosetta – già sono devastati dal dolore e dai sensi di colpa e leggere quei commenti sui social al vetriolo, credimi è devastante. Il dolore merita rispetto il dolore merita conforto .

“Una fatalità, una distrazione che può accadere anche con un bambino – conclude la presidente della Lida di Olbia -. Hai mai letto articoli di quei nonni o genitori che facendo retro marcia hanno investito e ucciso il figlio? Hai mai letto di bambini affogati in piscina?

Sono fatalità di un destino assurdo, di una distrazione pagata con un costo troppo alto”.

“E chi uccide con le parole senza conoscere i fatti non ama né gli animali né le persone”

 

 

Condividi post
Repost0

commenti

Présentation

  • : RIABILITAZIONE POST MORTEM DI PADRE GINO BURRESI
  • : Riabilitazione post mortem di Padre Gino Burresi Firma la Petizione https://petizionepubblica.it/pview.aspx?pi=IT85976 "Sono dentro, donna o uomo che vive li nel seno di questa chiesa. Da me amata, desiderata e capita... Sono dentro. Mi manca aria, Aspetto l'alba, Vedo tramonto. La chiesa dei cardinali madri per gioielli, matrigne per l'amore. Ho inciampato e la chiesa non mi sta raccogliendo. Solitudine a me dona, a lei che avevo chiesto Maternità. E l'anima mia, Povera, Riconosce lo sbaglio di aver scelto il dentro e, Vorrei uscire ma dentro dovrò stare, per la madre che non accetta, Il bene del vero che ho scoperto per l'anima mia. Chiesa, Antica e poco nuova, Barca in alto mare, Getta le reti Su chi ti chiede maternità. Madre o matrigna, per me oggi barca in alto mare che teme solo di Affondare! Matrigna." Commento n°1 inviato da Giò il 2/04/2011 alle 14h27sul post: http://nelsegnodizarri.over-blog.org/article-la-chiesa-di-oggi-ci-e-madre-o-matrigna-67251291
  • Contatti

Recherche

Liens