Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
16 agosto 2020 7 16 /08 /agosto /2020 15:18

La montagna è un luogo privilegiato che avvicina a Dio e a tutti coloro che riposano in Lui.

A un'altitudine di 1075 metri sul livello del mare ieri ho incontrato lo spirito di mio cognato Walter Sorella attraverso il mio incontro con un suo compagno di corso, Gianni Taurisano, l'attuale sindaco di Filettino. E' stato molto toccante ravvivare il ricordo di Walter Sorella nelle parole di Gianni Taurisano proprio nel giorno dell'Assunta, il 15 agosto, che è al tempo stesso il giorno della nascita di Walter, 72 anni fa.

Walter Sorella, ufficiale elicotterista dei Vigili del Fuoco, non aveva ancora compiuto il suo 38° compleanno, quando il 7 luglio 1986 donò la sua giovane vita per salvarne un'altra........

 

Per chi non conoscesse Filettino e Gianni Taurisano, ecco qui di seguito le parole di Salvatore Lonoce, tratte dal gruppo Amici di Filettino.

Grazie dell'attenzione.

Riccardo Fontana

 

Salvatore Lonoce   

20 ottobre 2018

 
“Mollo tutto e vado via!”. Quante volte abbiamo sentito questa frase.
In questo momento di sconforto esplode la voglia di fuggire dal lavoro e dalla routine quotidiana per rifugiarsi in luoghi paradisiaci e non tornare più.
Cari amici, quando vi trovate in queste condizioni, non lasciatevi scappare l’occasione di visitare il paesino di Filettino, l’invito è rivolto a tutti.
Filettino è un piccolo paese di 500 abitanti noto per la sua accoglienza, Il paese più alto del Lazio con i suoi 1075 m s.l.m. situato nel cuore dell'Appennino Laziale e immerso nel verde del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, che onora il santissimo San Bernardino da Siena e che anche quest’anno offrirà un programma ricco di eventi e di stand enogastronomici, andate sul sito e ne saprete di più.
Il Sindaco Gianni Taurisano con i giovani filettinesi che, con il consiglio e l’aiuto degli anziani del paese, hanno scommesso sulla possibilità di continuare ad organizzare le feste che si tramandano da tempo e sulla quale l’intera comunità locale conta per ritrovarsi e mantenere vivo l’orgoglio di abitare in questo piccolo paese, che rischia come tanti paesini di non avere futuro e di continuare a spopolarsi.
Ma chi è Gianni Taurisano è una di quelle persone da cui io comprerei un'auto usata.
Ispira fiducia. L'ho incontrato per conoscere “l'altro” Gianni, quello meno politico e ne è uscita una chiacchierata diversa, poco politica ma molto personale.
Lui è uno che vive per Filettino, il paese ce l'ha nel sangue è “un filettinese per natura” e per questo dopo i Vigili del Fuoco ha scelto l’impegno per Filettino. Scopro che è anche un bravo driver, e scopro anche che le auto di un tempo gli piacciono più delle nuove. Gianni Taurisano fa fatica a definirsi ma se insisti allora ti dice che le sue qualità sono l'onestà, la passione per Filettino e l'onestà.
Lui Filettino l'ha amata dal primo momento ed è per questo che spera di riuscire a costruire un progetto importante. “Questo è davvero un bel paese, lo guardo quando esco a passeggio con mia moglie e vedo che è proprio bello - spiega - E poi qui c'è una grossa cultura montana, i filettinesi sono proprio appassionati di montagna e ti ferma per chiederti tante cose”. E lui i filettinesi li ascolta eccome. Li ascolta perché, dice, possono offrire molti spunti per migliorare Filettino.
Allora, cari amici, se cercate uno stile di vita diverso, Filettino è il miglior paese dove vivere.
Le motivazioni sono soprattutto lo stile di vita quotidiano, gli ottimi prezzi, molto più bassi che in città e le opportunità sociali che questo paese offre. L'unico inconveniente è che potreste rischiare di trovare vostri compaesani che hanno fatto la vostra stessa scelta, quindi non sarà raro sentire “anche tu a Filettino”.
Cari amici, Filettino è uno dei posti più belli del Lazio dove vivere e i filettinesi lo sanno benissimo.
Quando sono arrivato ho cominciato a capire un fatto, e cioè che tutte le cose, vengono da queste montagne: insetti, rami, foglie, qualsiasi cosa. Se il punto in cui ti immergi nel fiume Aniene è il presente, allora il passato è l’acqua che ti ha superato, quella che va verso Roma e dove non c’è più niente per te, mentre il futuro è l’acqua che scende dall’alto, portando pericoli e sorprese.
Il passato è a valle, il futuro è a monte.
Qualunque cosa mi riservi il destino, abita in queste montagne che ho sopra la testa.
Forse è vero, come sosteneva mia madre, che ciascuno di noi ha una quota prediletta, un paesaggio che gli somiglia e dove si sente bene. La mia è senz’altro a 1075 metri, quello dei faggi e larici, alla cui ombra crescono Primule, Genziane, Rose Canine, Orchidee Selvatiche, e dove si nascondono l'aquila reale, il cervo, il lupo e l'orso bruno.
Io sono attratto da queste montagne che vengono dopo: prati alpini, torrenti, erbe d’alta quota, buoi al pascolo.
Ma se ti inoltri ancora più in alto, trovi Campo Staffi, qui la vegetazione scompare, la neve copre ogni cosa e il colore prevalente è il grigio della roccia.
Qui è un’altra storia, qui comincia il mondo del “rifugio Viperella”, un mondo regolato da chi lavora, con i suoi tempi, i suoi ritmi, i suoi crucci e le sue speranze, ma ne parlerò in seguito.
Condividi post
Repost0

commenti

Présentation

  • : RIABILITAZIONE POST MORTEM DI PADRE GINO BURRESI
  • : Riabilitazione post mortem di Padre Gino Burresi Firma la Petizione https://petizionepubblica.it/pview.aspx?pi=IT85976 "Sono dentro, donna o uomo che vive li nel seno di questa chiesa. Da me amata, desiderata e capita... Sono dentro. Mi manca aria, Aspetto l'alba, Vedo tramonto. La chiesa dei cardinali madri per gioielli, matrigne per l'amore. Ho inciampato e la chiesa non mi sta raccogliendo. Solitudine a me dona, a lei che avevo chiesto Maternità. E l'anima mia, Povera, Riconosce lo sbaglio di aver scelto il dentro e, Vorrei uscire ma dentro dovrò stare, per la madre che non accetta, Il bene del vero che ho scoperto per l'anima mia. Chiesa, Antica e poco nuova, Barca in alto mare, Getta le reti Su chi ti chiede maternità. Madre o matrigna, per me oggi barca in alto mare che teme solo di Affondare! Matrigna." Commento n°1 inviato da Giò il 2/04/2011 alle 14h27sul post: http://nelsegnodizarri.over-blog.org/article-la-chiesa-di-oggi-ci-e-madre-o-matrigna-67251291
  • Contatti

Recherche

Liens